• Italiano
  • English

Tu sei qui

Patata Sieglinde di Galatina

 

(Solanum tuberosum)

"La patàna vole senta la campana" - La patata vuole sentire la campana (dev’essere piantata a poca profondità)

La patata è un tubero appartenente alla famiglia delle Solanaceae, originario dell'America centro-meridionale. Nella sua area di origine e precisamente in Perù, questo tubero veniva identificato addirittura con una dea: Akso-mama, a riprova dell'importanza della patata nell'alimentazione e nell'economica dei popoli precolombiani.

Portata dal Nuovo Continente dopo la conquista europea, non ebbe subito un'ottima accoglienza, come del resto quasi tutte le piante “esotiche” introdotte in quel periodo. Tuttavia superò presto le iniziali diffidenze e si diffuse con rapidità, arrivando in poco tempo a rappresentare l'alimento principale di molti contadini europei, soprattutto a partire dal XVII sec. Oggi questo tubero rappresenta la quarta coltivazione al modo dopo riso, grano e mais.

La Patata Sieglinde, o patata di Galatina, è una particolare cultivar ampiamente diffusa nel Salento e sulle coste pugliesi dello Ionio. Qui il clima favorevole permette due raccolte annue: una con semina a febbraio-marzo ed una con semina a luglio-agosto. I tuberi sono di forma piuttosto allungata, la buccia è gialla, come la polpa. Nella cottura tende a restare abbastanza integra, cioè non si sfalda, ed è perciò indicata soprattutto per le insalate. La produzione ottimale avviene nella terra rossa tipica del Salento. È una varietà novella, in commercio sicuramente già dal 1939, apprezzata molto in Germania dove viene esportata da moltissimi anni.

La tradizione culinaria popolare annovera numerosissime ricette che vedono protagonista questo tubero. Tanto per citarne alcune: polpo alla pignatta con patate, la gustosa pitta, riso con patate e cozze, sformato di zucchine e patate, panzerotti, etc. Una varietà autoctona dunque, ma che non corre il rischio di scomparire, almeno per ora, in quanto viene ampiamente coltivata e richiesta per le sue ottime qualità.  

 

Francesca Casaluci © All rights reserved Salento Km0 2017



Contribuiamo alla conoscenza del patrimonio ambientale e culturale del territorio.

Salento km0 è un marchio registrato. I contenuti scritti e il materiale fotografico inseriti in questo sito sono originali e di proprietà esclusiva degli autori di Salento Km0, ne è pertanto proibito l'utilizzo, anche parziale, senza il loro consenso.

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.