• Italiano
  • English

Tu sei qui

Terre Paduli

Descrizione

Terre Paduli è un’azienda agricola a gestione familiare nata nell’agosto del 2018 e condotta da Gianni Casaluce e dalla sua famiglia. Sorge nel territorio dell’Arneo, subito a nord di Nardò, e produce principalmente legumi antichi con tecniche naturali.

La storia di Terre Paduli affonda le sue origini nelle esperienze pionieristiche di Casa Biho e Verdesalis. La prima fu un tentativo di rigenerare un vecchio istituto artistico neretino, contenente 3 ettari di terreno e serre abbandonate. Nel 2010 Casa Biho progettò un corso di orticoltura salentina, da qui nacque Verdesalis, associazione incubatrice di progetti di agricoltura naturale, e da essa diversi piccoli progetti di agricoltura naturale, tra cui Terre Paduli, nel cuore dell’Arneo, comune di Nardò.

La passione di Gianni nasce da quella della madre, che dagli anni ottanta coltiva orti senza l’uso della chimica. L’esperienza dei genitori che affiancano Gianni e aiutano a superare le difficoltà del lavoro agricolo, per una persona giovane e con esperienza di vita diverse dalla campagna (orari, sforzo fisico, abitudini), è stato un punto fondamentale per ritrovare una continuità che desse solidità ai progetti futuri.

Ma per capire la specificità di questi legumi, e quindi comprenderne il valore, occorre descrivere in particolare le tecniche di coltivazione legate al recupero delle sementi antiche.

Terre Paduli consiste in 2,5 ettari circa. Sono terreni alluvionali, fertili e limosi, molto profondi, che già anticamente venivano utilizzati per la produzione di legumi, oltre che di tabacco - visto che erano molto profondi, e di questo permangono visibili i canali del vecchio consorzio di bonifica.

La tecnica di coltivazione è di tipo naturale, a filari larghi e sarchiatura manuale. I periodi di piantumazione dei legumi vanno da novembre (fave e piselli), a gennaio (ceci e lenticchie), fino a marzo (fagioli). Il terreno è poco lavorato, con leggera fresatura che arriva al massimo di 10 cm di profondità. I filari sono fatti con zappa e semina manuale a file, non intensiva, che permette la piena maturazione della granella che viene raccolta, rigorosamente a mano, solo quando la pianta ha completato il ciclo vegetativo. Anche il metodo di conservazione è naturale, esclude solfiti e ogni tipo di conservante artificiale, sostituendoli con spezie ad azione repellente come peperoncino piccante e alloro secchi.

Non si usano concimi perché i legumi sono già azoto-fissatori (“si autoconcimano”), e inoltre si lasciano a riposo stagionale (maggese). Si prevede per il futuro l’introduzione della rotazione con cereali (orzo e grani antichi). La fase di raccolta avviene da giugno ad agosto, in modo manuale, e i legumi vengono battuti manualmente, separandoli così dalle piante e dai baccelli, e puliti con la tecnica del vento - “intulisciati”, come si dice. Essendo i legumi soggetti a parassiti, e non usandosi qui fitofarmaci, si utilizzano tecniche naturali di conservazione. Questi processi hanno bisogno di essere eseguiti in tempi giusti per evitare di perdere il prodotto.

Alcune sementi sono di propria produzione, partiti da poche quantità autoprodotte: il cece di Nardò, la lenticchia rossa, la cicerchia locale detta “piatta”, le fave di famiglia. Altre sono comprate, sempre di varietà antiche: il cece nero di Muro, la cicerchia di Uggiano, il pisello nano di Zollino, il pisello riccio di Sannicola, il maracuoccio di Lentiscosa (semente antica campana). È molto importante la sperimentazione: la ricerca per arginare parassiti attraverso tecniche agricole naturali e buone pratiche, precede la vera messa in produzione (ad es. il maracuoccio in questo momento è in fase di sperimentazione). Le antiche terre nere di origine alluvionale della Contrada Paduli, in agro di Nardò, garantiscono l'alta cocibilità delle cicerchie, delle fave, delle lenticchie e del rinomato ecotipo "Cece di Nardò".

Il confezionamento finale è l’unica fase che avviene fuori dall’azienda, per avere un prodotto commerciabile, che gira in mercatini KM0, naturali, “clandestini”, attraverso vendita diretta e online. È possibile anche comprare il prodotto sfuso direttamente da Gianni.

Nell’azienda ci sono anche 3000 mt quadri di frutti antichi (peri, mandorli, susini, diverse varietà di fichi) in fase di recupero, e per ora a consumo personale.


Area

  • Produttori Produttori

Categorie di prodotti

  • Legumi Legumi

Dettagli

Agricoltura naturale
Azienda agricola
In azienda, Gas locali

Link utili

  Terre Paduli

Contatti

Phone: +39 320 427 7300
40° 12' 4.698" N, 18° 1' 18.426" E

Contribuiamo alla conoscenza del patrimonio ambientale e culturale del territorio.

Salento km0 è un marchio registrato. I contenuti scritti e il materiale fotografico inseriti in questo sito sono originali e di proprietà esclusiva degli autori di Salento Km0, ne è pertanto proibito l'utilizzo, anche parziale, senza il loro consenso.

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
1 + 14 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.